Gretchinz! – Devir

Gretchinz! – Devir

Si scaldano i motori degli Orki di Warhammer 40.000, in questo rapido e folle gioco di corse di Roberto Fraga e Yohan Lemonnier!

Una pazza corsa, tutti contro tutti, della durata di 30 minuti, per 2-4 giocatori dagli 8 anni in su. Ciascun giocatore interpreta un Orko motorizzato, che pilota attraverso un deserto pieno di insidie il suo fuoristrada, cercando di evitare i tranelli del terreno e colpendo quanti più avversari possibili.

Il gioco, sostanzialmente, è un gioco di dadi con un sistema di “push your luck”, cioè il giocatore tira i dadi, poi ne mette da parte quanti vuole e ritira gli altri, così via finché uno dei giocatori non fa terminare la fase di lancio, ma vedremo meglio il tutto nel regolamento.

Contenuto della scatola

  • 1 regolamento
  • 95 carte terreno/attacco
  • 15 carte cratere
  • 7 pannelli giocatori
  • 4 fuoristrada
  • 4 gettoni fuoristrada
  • 12 segnalini fiamme
  • 12 dadi

Regolamento

Ad ogni giocatore vengono distribuite 5 carte terreno, col lato terreno visibile al giocatore stesso. Inoltre vengono posizionati i fuoristrada e, davanti a ciascuno di essi, posizionata una carta terreno a faccia in sù, oltre ad altre due carte, una per lato. Così si formerà una riga di carte pari al numero di giocatori più 2.

Tutti i giocatori, contemporaneamente, lanciano i propri dadi, dopodiché possono posizionarne uno o più sul proprio pannello e  ritirare gli altri, e così via finché uno dei giocatori, che ha posizionato tutti e tre i dadi, grida Waaagh! e i lanci si devono fermare istantaneamente. A quel punto tutti i giocatori rimasti devono posizionare i dadi così come sono. Interessante notare che solo in questo momento i giocatori possono tenere nascosti i dadi agli altri.

I dadi

I dadi possono fornire uno dei seguenti risultati:

  • Sterzata a destra: muovi il fuoristrada sulla carta successiva nella diagonale destra
  • Sterzata a sinistra: muovi il fuoristrada sulla carta successiva nella diagonale sinistra
  • Dakka: Attacca un veicolo o una carta terreno
  • Pescare carte: Pesca 2 carte
  • Occhio di Mork: Un giocatore deve dirti quante carte sparo hai in mano
  • Abilità del klan: attiva la tua abilità (opzionale)

I dadi DEVONO essere usati.

Come giocare i dadi

Muovere: Quando puoi muovere devi muovere nella direzione data dal dado, spostandoti di una carta e aggiungendo, se serve, altre carte davanti a te.

Attaccare: Quando puoi attaccare devi attaccare un altro avversario (o una carta terreno). Quando attacchi scarti due (o una) carte terreno, rivelando il lato attacco. In base a quali carte vengono rivelate l’attacco può danneggiare il tuo avversario o te stesso (o trasformare una carta terreno in una carta cratere).

Il mio commento

Un gioco, semplice, veloce ma sorprendente. Gretchinz! combina tutta una serie di idee decisamente azzeccate per questo tipo di gioco e per quello che vuole trasmettere. L’idea di usare un sistema a dadi, simula molto bene la confusione e il caso con il quale gli Orki fanno le cose. L’idea che gli avversari vedano le carte che possiedi, e quindi se e quanto i tuoi attacchi saranno efficaci, aiuta a pianificare una strategia e rende il gioco molto molto divertente, infatti se un giocatore ha tutte carte negative cercherai di provocarlo per farti sparare addosso, in modo che si autoinfligga un danno.

Concludendo: se volete un gioco, rapido, caciarone, caratterizzato da una bella componentistica Gretchinz! è il gioco che fa per voi!

Disponibile su MagicMerchant.it

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: