Festival des Jeux di Cannes 2018, un reportage di famiglia

Festival des Jeux di Cannes 2018, un reportage di famiglia

Due anni fa ero rimasto favorevolmente colpito dal Festival des Jeux di Cannes, un reportage di famiglia e mi ero ripromesso di farlo diventare una delle mie tappe ludiche fisse. Così, quest’anno, sono riuscito a tornarci insieme alla mia famiglia. Vi racconto come è andata!

Il gruppo

Oltre al sottoscritto, da Mantova sono partiti mia moglie Filomena, e i nostri figli Ludovica (2a11m) e Leonardo (3m). Ludovica, dopo 2 Essen, 1 Lucca, 1 Cannes e 2 Play sapevamo essere già rodata a questo genere di manifestazioni ed eravamo, ovviamente, tranquilli. Il piccolo era al suo debutto nel “mondo ludico” ma eravamo ben speranzosi.

Due anni fa la manifestazione aveva mostrato alcune lacune organizzative nei confronti dei più piccoli ma, sapendo che l’area per bambini era stata potenziata, eravamo maggiormente fiduciosi. Al contempo c’eravamo ben organizzati per cambi d’emergenza in ogni luogo possibile.

 

Giovedì 22 febbraio

Cannes apre per gli operatori del settore ed era mia intenzione andare a curiosare in tranquillità, intenzione svanita per le prime esigenze famigliari. Passando proprio per Genova c’è parso interessante portare i piccoli all’Acquario di Genova, e così abbiamo fatto. Esperienza stupenda e consigliata, oltretutto fino ai 3 anni i piccoli non pagano.
Quando ormai abbiamo raggiunto la fiera l’ufficio stampa era già chiuso, e di conseguenza non abbiamo potuto presenziare alla cerimonia dell’As d’Or, il premio del gioco dell’anno Francese.

Una nota sul soggiorno: Hotel L’Esterel, economico e confortevole, con una splendida sala colazione, a 50 m dalla fiera. Consigliatissimo! Se volete darci un occhio, questa è la sua pagina di Booking.com.

Venerdì 23 febbraio

Superata qualche difficoltà all’ingresso, causa eccessivo zelo ai controlli di sicurezza, finalmente siamo entrati in fiera!

Per introdurre bene Ludovica alla manifestazione abbiamo speso l’intero primo giorno nella sezione famiglie e bambini. Ottima soluzione, rispetto a due anni fa, rendere accessibile direttamente questo pezzo della fiera, senza dover fare tutto il giro. Parliamo di cosa abbiamo provato:

Lotti Karotti (Ravensburger)

Componentistica di plastica, rapido da capire, uno dei giochi che più han colpito Ludovica. Ogni giocatore deve muovere, grazie a delle carte, 4 conigli lungo un percorso fino ad arrivare alla sommità della collina. I vari punti del percorso nascondono alcune insidie: tappe dispettose, tane che si aprono, ecc… Le insidie si attivano girando la grande carota in cima alla collina, nel momento in cui la carta lo prevede.

1-4 giocatori, 20 min, 23,89 € spedito su Amazon.it

 

Orsetto Affamato (HABA)

Veramente semplice, dai 2 anni. Si lancia il dado e si imbocca l’orsetto. Un cooperativo forse un po’ banale. Effettivo il rischio di avere una longevità di gioco relativamente breve. Ludovica non ha voluto fare la seconda partita.

1-3 giocatori, 5 min.

Liocorno Luccichino (HABA)

Un rapido gioco di percorso molto colorato. I giocatori devono muovere i propri liocorni nel cielo collezionando cristalli, prima dello scadere del tempo. Notevole il contanti sul retro del tabellone, per i bambini che non sanno contare o che stanno imparando. Confezione molto femminile. (nella foto la versione gigante).

2-4 giocatori dai 3 anni, 15 min.

Il Cuculo Cerca Nido (HABA)

Nominato all’As d’Or, sostanzialmente è un gioco di incastri e di equilibri. Il materiale, simile allo shangai, e la confezione di metallo da usare mentre si gioca, lo rendono facilmente trasportabile. I giocatori devono “piazzare” le proprie uova man mano che costruiscono il nido, incastrando i vari bastoncini colorati.

2-5 giocatori dai 4 anni, 15 min. Dai 21,00 € su Amazon.it

Acrobat (Janod)

di Carlo Emanuele Lanzavecchia e Walter Obert.

Qui, sinceramente, sto barando… L’ho provato a Norimberga ma, visto che non sono ancora riuscito a parlarne, l’ho fotografato ed aggiunto qui. Un gioco di equilibrio rapido e divertente. Si lanciano i dadi, si aggiungono gli acrobati e si mette un nuovo piano. Chi fa cadere tutto perde. Intuitivo e con ottimi materiali.

2-8 giocatori, dai 3 anni, 10 min. 24,99 spedito su Amazon.it

Rete Acchiappa Ragnetti (Hape Toys)

Nella foto la versione gigante. Il bambino lancia i ragnetti nella rete e riceve punti sulla base della posizione sulla ragnatela stessa. I ragnetti sono sostanzialmente fatti di corde e hanno degli appigli per agganciarsi. Può comunque capitare che i ragnetti oltrepassino la ragnatela stessa. Un gioco per migliorare la coordinazione oculo-manuale, e per sfogare la voglia di lanciare oggetti dei bambini.

1-4 giocatori, dai 3 anni, 10 min. 31,89 spedito su Amazon.it

LOKI (editore)

Della linea Loki e dei suoi primi 3 giochi, editi in Italia da manCalamaro, abbiamo già parlato nel nostro report da Norimberga.

Super Sand (Goliath)

Una sabbia “pastosa” da modellare. Strana consistenza, gradevole al tatto. Nel set base ci sono già diverse formine ed altri attrezzi per giocare. Non appiccica e non sporca.

Dai 3 anni, 17,50 € (set base) spedito su Amazon.it

Smart Games (editore)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una serie di giochi logici, molto colorati ispirati alle varie fiabe. A dispetto dell’apparenza non sono adatti a bambini troppo piccoli. da 9,99 € su Amazon.it

Gym Animo (Bioviva)

Da sempre attenta alla natura e alla salute, Bioviva, propone un gioco nel quale i bambini devono fare attività fisica imitando degli animali.
Al proprio turno il bambino pesca una carta e deve imitare, in maniera corretta, un animale: strisciando come un serpente, saltando come una rana, ecc… Se esegue l’esercizio “ginnico” in maniera corretta deve impilare uno dei cilindri di legno, se ci riesce allora può tirare il dado e avanzare sul percorso. Vince chi lo completa per primo.

Hop! Hop! Hop! (Djeco)

L’acquisto di Ludovica in questa fiera. Un collaborativo nel quale i giocatori devono portare un gregge dai monti alla capanna prima che il vento spazzi via il ponte sul fiume. Grafica molto accattivante e tridimensionale. Il gioco di per sé è semplice, ma rimane sullo stile collaborativo. L’idea vincente è il ponte, che introduce elementi di equilibrio nel gioco.

2-6 giocatori dai 4 anni, 15 min. 39,88 Spedito su Amazon.it

Tulum (Djeco)

Un gioco di tessere da disporre in una progressione corretta su una piramide. Mi ha ricordato Super Farmer, ma senza il mercato, quindi senza la parte più interessante del gioco… Sinceramente, non ci ha per nulla convinto!

2-4 giocatori, dai 5 anni, 25 min di gioco.

Go Go Gelato! (Blue Orange)

Un gioco di destrezza, firmato da Roberto Fraga. Bisogna riprodurre delle combinazioni di coni senza poter toccare però le palline gelato con le mani. I coni vengono impilati, rovesciati ecc… Se la pallina cade si deve ricominciare da capo.

2-4 Giocatori dai 6 anni, 15 min. 24,91 € spedito su Amazon

Mr. Wolf (Blue Orange)

Un memory nel memory collaborativo. Oltre a trovare le tessere giuste da mettere nelle casette, bisogna anche evitare il lupo. Inoltre, in ogni casetta, vanno al massimo 2 animali, non di più. Il controllo degli animali si fa a fine partita.

1-4 giocatori, dai 3 anni, 15 min.

In seguito, pargoli appresso, siamo riusciti a buttare un occhio alla parte “da grandi” della manifestazione, la quale risulta essere ogni anno sempre più conosciuta e gradita. Quest’anno, infatti, ci sono stati oltre 100.000 accessi da molti paesi del mondo.

Siamo stati favorevolmente colpiti dalla versione gigante di Rush and Bash (Red Glove) e di Flamme Rouge (Playagame).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sempre nell’area “grandi” ci siamo imbattuti nel secondo acquisto della fiera, quello di mia moglie.

Booum! (HABA)

Incantati dal gameplay, semplice e innovativo, un gioco nel quale devi lanciare della dinamite dentro la scatola non potevamo lasciarcelo sfuggire. Come potete vedere dal video, semplicemente i giocatori lanciano la propria dinamite, la quale fa girare dei token che possono essere raccolti usando una sola mano. Alcuni token speciali completano e movimentano il gioco.

2-4 giocatori, 6 anni, 15 min. 30,00 € spedito, su Amazon.it

Menzione peer le tre scatole di Unlock! nell’attesa che arrivano in Italia. Come ci ha anticipato Asmodee la prossima ad uscire da noi sarà la terza (quella più a destra).

Sabato 24 febbraio

Pomeriggio di giro solitario (o quasi) alla scoperta di qualche novità succosa.

7 Wonders Armada

In una playtest area dedicata, Repos ha scoperto le carte sulla sua uscita di Essen 2018. Armada porterà alcune innovazioni al gioco più famoso della casa editrice francese. Innanzitutto vorrei tranquillizzarvi, sembra un’espansione decisamente migliore di Babele! Un’espansione rispettosa dello spirito originale di 7 Wonders, che va quindi ad ampliare le possibilità di scelta e non a stravolgere completamente il gioco

La prima cosa che colpisce, ovviamente, è la plancia aggiuntiva: si tratta di 7 plance tutte diverse che rappresentano la flotta dei giocatori. La diversità delle plance sta nei costi dei vari step, ma non negli effetti.

Ciascuna linea è collegata ad uno dei 4 colori di 7 Wonders (risorse, carte nere e leader esclusi). Quando il giocatore gioca una delle carte del colore corrispondente può pagare un costo addizionale per far avanzare la nave di un passo e guadagnare l’effetto corrispondente.

La nave rossa, legata alla guerra, introduce le battaglie navali; ogni passo fa aumentare la potenza navale del giocatore. Alla fine di ogni era, infatti, vi è un’ulteriore fase di battaglia, quella navale per l’appunto. La battaglia si svolge tra tutti i giocatori andando a premiare il giocatore con più punti battaglia navale, donandogli un token blu del punteggio di 1, 3, 5, come le battaglie tradizionali. Il giocatore (o i giocatori) con meno punti, invece, riceverà un malus progressivo di -1, -2, -3 punti.

La nave gialla, legata al commercio, vi permetterà di guadagnare monete e punti battaglia navale. Inoltre vi permetterà di far perdere monete a tutti gli avversari tranne i due adiacenti.

La nave blu, legata alle costruzioni, vi permetterà di progredire nei punti vittoria e in qualche punto battaglia navale.

La nave verde, legata alla scienza, vi permetterà di accedere, ogni due passi, alle carte esplorazione. Divise in 3 mazzetti, ai quali potrete accedere interamente, queste nuove carte vi daranno diverse tipolgie di bonus: punti vittoria, risorse, monete, avanzamenti delle navi gratuiti, ecc… Il fatto che non siano casuali ma che un giocatore possa scorrere tutto il mazzo per trovare quella che più lo interessa, le rende molto forti.

Oltre alla plancia abbiamo potuto vedere in azione alcune carte nuove che saranno presenti nella futura espansione: carte che permettono di avanzare gratis una nave, carte che permettono di rubare monete al proprio vicino e al giocatore seguente, carte che permettono di dichiarare una guerra marittima contro il giocatore a due posti di distanza.

Insomma, tanta carne al fuoco, per un’espansione promette di portare una bella novità a questo gioco molto amato.

Domenica 25 febbraio

Un salto veloce in fiera, prima di ripartire. Sono finalmente riuscito ad andare in sala stampa dove ho fatto una rapida carrellata di TUTTE le novità presentate in fiera. Vi saluto con questi 6 minuti di video!


Also published on Medium.

Faccio mie parole di altri. Così mi descrivono su Lega Nerd :) "Una persona guidata da due concetti straordinariamente positivi: stare insieme e giocare. Era dunque inevitabile che in gioventù fosse uno dei principali promotori di iniziative con l’associazione Amici Ludici di Mantova. Se il suo incarico da educatore lo mantiene attivo sul lato sociale, il suo impegno con l’app Il Gioco lo tiene estremamente impegnato in ambito ludico. Sua infatti la mente e la “penna” dietro molte delle anteprime che leggiamo sui nostri smartphone tutti i giorni, che lo rendono un importante influencer in ambito nazionale. Chi temeva che la paternità lo fermasse, dopo averlo visto presenziare alle più importanti fiere internazionali con pargolo al seguito, si è potuto ricredere!"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: