Vivaldi Review

Vivaldi
Review
Anno di Pubblicazione:Genere:Autore:Casa Editrice:Età:, , , , , , , , Tempo di Gioco:Numero Giocatori:

Vivaldi (XVgames) è semplicemente una riedizione della Briscola in 5? [SPOILER] no!

Scoprite con noi il perché!

Componenti

Setup

Un giocatore viene nominato Primo Giocatore, prende il mazzo di carte e le distribuisce, cosicché ciascun giocatore abbia 8 carte in mano.

Gameplay

Il gioco è diviso in tre parti; Asta, Gioco e Punteggio

L’asta

Scopo dell’asta è definire le due squadre (chiamante e socio nascosto vs gli altri 3 giocatori) e la Stagione Corrente.
Partendo dal primo giocatore, in senso orario, ciascun giocatore può chiamare il valore numerico di una carta, andando in senso decrescente. Per intenderci si può partire da 10 (o meno) e rilanciare solo scendendo. Se un giocatore chiama “1”, i giocatori seguenti possono continuare a “scendere” chiamando i punti minimi coi quali la squadra vincerà. Ad esempio, se un giocatore dichiara 1+10, vuol dire che chiamerà come socio un giocatore che possiede una carta “1” e che la loro squadra vincerà di 10 punti.
Una volta che un giocatore ha vinto l’asta al ribasso deve dichiarare quale stagione vuole chiamare. Ad esempio se ha vinto l’asta con un “5” e chiama “estate” il suo Socio Nascosto sarà colui che possiede il “5 Estate”. É consentito chiamare anche sé stessi. La stagione opposta a quella chiamata diventa la stagione debole, che fornirà numeri negativi. Nel gioco ci sono 4 carte che aiutano a ricordare le due stagioni.

Carte promemoria

Il gioco

Il gioco si svolge in 8 turni, in ciascuno dei quali ogni giocatore gioca una singola carta dalla propria mano, partendo dal primo giocatore. La prima carta giocata nel turno determina la stagione “forte” del turno stesso. La carta vince contro qualunque altra carta, a meno che non sia una carta più alta della stessa stagione oppure una carta della stagione corrente della partita. Chi vince il turno, raccoglie tutte e 5 le carte giocate e le mette coperte in un mazzetto davanti a sé. Quando vengono giocate tutte le carte, il gioco termina.

Il punteggio

Ogni carta vale il numero di punti segnato sulla carta stessa, tranne quelle della stagione opposta le quali sono negative. Il Primo giocatore e il suo Socio Nascosto sommano insieme le carte, così come gli altri 3 giocatori tra loro. La squadra che fa più punti vince.

Il mio parere

Vivaldi, come dichiarato sulla confezione, è basato sula “Briscola a Chiamata” detta anche “Briscola in 5”, con la quale condivide una buona parte del regolamento. Personalmente non sono un grande fan della Briscola in 5, complici forse le troppe estati dove mi sono trovato costretto a giocarla; questa versione, invece, mi ha convinto, e vi spiegherò rapidamente il perché.
La differenza, e il vero punto di forza, tra Vivaldi e il gioco classico sta nella presenza dei Punti Negativi.
Introdurre i Punti Negativi, infatti, è il colpo di classe dell’autore, il quale è riuscito a veramente ringiovanire e rinnovare un grande classico.
L’ho provato insieme a dei miei amici usi alla versione classica del gioco e, fin dalle primissime partite, hanno dovuto reinventare il proprio modo di giocare. Si sono infatti accorti che i classici schemi della Briscola a Chiamata, non si applicavano bene a Vivaldi. Tutta la parte di Bluff, infatti, viene decisamente amplificata dalla presenza dei Punti Negativi, spingendo i giocatori a doveri reinterpretare le giocate degli altri presenti al tavolo.

Consiglio Vivaldi sia a coloro che vogliono modificare il punto di vista ludico dei propri amici, sia ai gruppi che vogliono rimanere si sul classico, ma in maniera più moderna e coinvolgente.

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: