The King's Dilemma

The King's Dilemma
The King's Dilemma

Un gioco Legacy nel quale dovrete prendere le redini di un regno! Prosperità, disperazione, fede, guerra... Tutto dipenderà dalle vostre scelte!

Anno di Pubblicazione:Genere:, , , , Autore:, Casa Editrice:, Età:, , , , Tempo di Gioco:Numero Giocatori:, ,

Ambientazione

Sei uno dei 12 membri del Concilio del Regno di Ankist, e sei chiamato a rappresentare la tua famiglia nelle varie decisioni che il regno deve prendere nel corso degli anni. Consiglierai il Re nella maniera più corretta, o cercherai esclusivamente di perseguire gli scopi del tuo Casato?
La recensione è basata sullo scenario demo di The King’s Dilemma.

Componenti

Gameplay

Dopo aver disposto tutte le componenti in gioco, giocatori dovranno scegliere una delle 12 casate. La scelta, che rimarrà tale per tutte le partite, determinerà l’orientamento morale el giocatore, e gli obbiettivi a lungo termine dello stesso. Tramite un meccanismo di draft nascosto ad ogni giocatore viene assegnato un obbiettivo segreto, che dovrà perseguire durante la singola partita. Poi il gioco inizia, aprendo la busta 00 e mescolando le carte. Poi si pesca la prima carta sotto al mazzo.

Il gioco è suddiviso in round, ogni round è diviso in 5 fasi:

  1. Pescare e leggere una carta Dilemma
    1. Ogni carta dilemma fa progredire la storia, ponendo l’attenzione dei giocatori su di un quesito. Ciascun giocatore potrà poi votare l’esito del quesito stesso. I quesiti danno un’indicazione sul risultato, specificando quale tipologia di risorse andranno ad influenzare e se porteranno a degli Sticker Cronaca. Le risorse del gioco sono 5 Influenza, Benessere, Morale, Welfare, Conoscenza. Ciascuna decisione può far salire o scendere una o più di queste risorse. I giocatori cercheranno di far rimanere le risorse nello spazio di plancia indicato sulla propria carta Obbietitvo segreto.
      Gli sticker cronaca introducono effetti permanenti in gioco e devono essere firmati dal Leader di turno, il quale se ne assumerà la responsabilità per questa partita, e per le future!
  2. Piazzare i segnalini Esito
    1. I segnalini esito vengono piazzati sulle aree “si” e “no” della plancia, a promemoria di ciò che la carta riporta.
  3. Votazione
    1. Partendo dal Leader e ruotando in senso orario, ciascun giocatore deve piazzare una delle carte a sua disposizione e i relativi segnalini potere. Le carte a disposizione sono “si”, “no”, “passo”. Votando “si” o “no” il giocatore supporta una delle fazioni del dilemma in corso. Oltre alla carta deve aggiungere uno o più segnalini Potere, in modo da dichiarare quanto vuole spingere la propria causa. Se un giocatore, dopo il proprio voto, ha messo più segnalini potere di chiunque altro diventa il Leader del turno. La votazione termina quando tutti i giocatori hanno votato, terminando col giocatore alla destra del Leader. Quindi un giocatore potrebbe avere più occasioni di voto durante le quali può solamente aggiungere gettoni potere, ma non cambiare carta voto. L’altra opzione a disposizione dei giocatori è la carta “passo”. Quando un giocatore passa può guadagnare potere, prendendo 1 segnalino potere dalla riserva, oppure diventare il moderatore. Diventando il moderatore prende comunque 1 segnalino potere e il ruolo di moderatore. Il ruolo di moderatore decide l’esito delle votazioni in pareggio. Se invece ha scelto di guadagnare potere il giocatore, insieme agli altri giocatori che hanno operato la stessa scelta potranno spartirsi i gettoni potere presenti sulla plancia di gioco (messi durante la fase di setup o durante la votazione del round precedente).
  4. Risoluzione del voto
    1. La fazione con più voti diventa la vincente, chi ha messo più potere rimane il Leader, i gettoni della fazione vincente vanno piazzati sul tabellone, mentre la fazione perdente recupera i propri gettoni potere.
  5. Risoluzione della carta Dilemma
    1. Viene letto il risultato narrativo della carta in base al lato che ha vinto.
    2. Si applicano i cambiamenti alle risorse sulla relativa parte del tabellone
    3. Si incolla lo sticker Cronaca (se indicato dalla carta)
    4. Si apre un’ulteriore busta (se indicato dalla carta)
    5. Si piazza la carta Dilemma sul conta turni.

La partita termina quando i turni a disposizione terminano (il re muore) oppure se il Re abdica. Il Re muore dopo la sesta carta Dilemma, nel momento in cui una delle carte seguenti riporta un teschio.
Il Re abdica se c’è uno sbilanciamento nel percorso della Stabilità, percorso influenzato dal movimento delle risorse.

Il mio parere

The King’s Dilemma prende l’essenza dei giochi Legacy e la esalta alla massima potenza. Potremmo azzerare a dire che non sia un gioco con meccaniche Legacy, ma una storia Legacy con meccaniche che ne aiutano lo svolgimento. La storia, la narrazione e la successione degli eventi, l’interazione tra le casate (e quindi tra i giocatori) sono il vero focus di The King’s Dilemma. Focus decisamente riuscito e sviluppato grazie ad un game design semplice ed elegante, raffinato e non banale.

Consiglio The King’s Dilemma ad un gruppo di amici che abbia voglia di imbarcarsi, con costanza, in una grande narrazione condivisa, prendendosi le proprie responsabilità sulle varie scelte fatte durante il gioco.

Ti è piaciuta la recensione? Cosa ne pensi di lasciarci un Like su Facebook oppure di seguirci su Twitter o Telegram? Potrai così essere sempre aggiornato sulle prossime recensioni!

Good

  • Ambientazione stupenda
  • Testi d'autore

Bad

  • Serve costanza nel giocarlo
8.3

Spettacolo!

Originalità delle Meccaniche - 7
Materiali - 9
Storia Legacy - 9

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: