Meduris

Acquistalo e sostienici
Meduris
Meduris
Anno di Pubblicazione:Genere:, , Autore:, Casa Editrice:Età:, , , , , , , , Tempo di Gioco:Numero Giocatori:, ,

Componenti

Gameplay

Un rapido setup ci porta subito ne cuore del gioco. A ciascun giocatore vengono dati i templi e le capanne del propio colore, e uno schermo dietro il quale nascondere le risorse. Le risorse iniziali, per ogni giocatore, sono una per tipo. Le risorse rimanenti vengono disposte negli appositi spazi sulla plancia, la quale sarà stata precedentemente sistemata in base al numero di giocatori, su un lato o sull’altro.
Sulla plancia vengono successivamente disposti i gettoni bonus, in maniera casuale, il segnalino Druido, nel proprio tempio e le pietre runiche vicino alla plancia stessa.

Viene casualmente selezionato il giocatore iniziale, il quale dovrà posizionare in uno dei 4 luoghi risorsa uno dei propri lavoratori; seguito dagli altri giocatori. Quando un giocatore posiziona un lavoratore dove ce n’è già uno, deve posizionarlo impilandolo sopra, sulle spalle di quello precedente. In una zona possono esserci al massimo 3 lavoratori impilati.

Il gioco si svolge a turno, in senso orario. In ogni turno il giocatore di mano svolge 2 fasi distinte.

  1. Piccolo raccolto
    1. Il giocatore lancia il dado e ne applica il risultato per tutti. Ciò fornisce materiali ai giocatori oppure ne fa rimettere uno nella riserva.
  2. Grande raccolto
    1. Il giocatore ha 3 opzioni differenti
      1. Grande raccolto: Il giocatore sposta uno dei propri lavoratori da un territorio all’altro. Nel territorio in cui arriva avviene il raccolto. Se non c’era nessuno prende 1 materiale, se c’era già un altro lavoratore va sulle spalle, il lavoratore presente prende 1 materiale, lchi è appena arrivato ne prende 2. Simile accade con già 2 lavoratori presenti: 1 materiale al più basso 2 a chi è sulle spalle, 3 al nuovo arrivato. Rimane la regola che non possono esserci più di 3 lavoratori nella stessa zona.
      2. Costruire una capanna
        1. Il giocatore sceglie una casella, ne paga il costo in materiali (indicato sulla casella stessa), colloca una capanna, prende la pietra runica della zona in cui la capanna è stata costruita e fa avanzare il druido. Eventualmente se c’è un gettone bonus lo prende. Da notare che se di fianco alla casella si trova una capanna, o una fila di capanne, il costo aumenta proporzionalmente. Quindi se non ci sono altre capanne il costo è pari a 1 per ciascuna delle 2 risorse richieste, se c’è un’altra capanna il costo raddoppia, se ce ne sono altre 2 triplica, e così via…
      3. Erigere un tempio
        1. Il giocatore sceglie una casella vuota, paga i 2 materiali richiesti, colloca il tempio, e fa avanzare il druido.

Quando viene fatto avanzare il druido succede la parte più interessante del gioco stesso: i primi turni il druido avanzerà semplicemente sulle proprie caselle/roccia, senza che succeda altro. Ad un certo punto, invece, entrerà nel cerchio di gioco e si muoverà di villaggio in villaggio. Un villaggio è un insieme di capanne interrotto da una casella vuota o da un tempio.
Quando il druido incontra la prima capanna del villaggio chiede un tributo, il giocatore proprietario della capanna può quindi:

  • Pagare il tributo usando 1 risorsa, ottenendo 1 punto vittoria
  • Pagare il tributo usando entrambe le risorse, ottenendo punti vittoria pari alla dimensione del villaggio (quindi un villaggio con 3 capanne fornisce 3 punti vittoria)
  • Non pagare il tributo, perdendo 1 punto vittoria

Quando il druido ha visitato tutte le capanne di un villaggio termina la richiesta di tributi, rimane li pronto a proseguire il suo viaggio nel cerchio. Quando il druido attraversa il grande fiume i giocatori contano le proprie rune possedute e ottengono 1 punto vittoria a runa posseduta.

Nel momento in cui un giocatore ha eretto tutti i suoi templi e costruito tutte le sue capanne inizia la fase finale del gioco: tutti gli altri giocatori han diritto ad un turno , poi inizia l’ultimo giro del druido.
Il druido compie un giro esatto del cerchio chiedendo l’ultimo sacrificio e dandone i relativi punti vittoria. Questi punti si sommano i punti dei templi (1 punto vittoria per ogni capanna a destra e a sinistra del tempio) e quelli delle rune ( 1 punto vittoria per la prima runa, 2 per la seconda, 3 per la terza, ecc…)

Chi possiede più punti vittoria vince.

La mia opinione

La collana per “più grandi” di Haba è una cosa che non ti aspetti. Quello che ti aspetti, invece, sono i materiali top, le regole chiarissime e ben curate, il gioco solido e divertente. Meduris è tutto questo. Un’ottima introduzione ai giochi “da grandi”, usando un gioco che non è per nulla banale o scontato ma, a parer mio, rimane un bel gioco anche per i più navigati.

Consiglio Meduris a famiglie di games con figli abbastanza grandi per poter apprezzare un gioco ben strutturato.



Ti è piaciuta la recensione? Cosa ne pensi di lasciarci un Like su Facebook oppure di seguirci su Twitter o Telegram? Potrai così essere sempre aggiornato sulle prossime recensioni! E se vuoi sostenerci acquista questo gioco su Amazon.it

7.3

Tutto OK

Originalità delle Meccaniche - 7
Materiali - 8
Rigiocabilità - 7

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: