Karekare

Karekare
Karekare

4 tribù arrivano sulle sabbie nere della spiaggia di Karekare da Aotearoa, si muoveranno all'interno nei territori vergini, tra foreste, mare, colline e campi da coltivare

Anno di Pubblicazione:Genere:, , , Autore:, Casa Editrice:Età:, , , , , , , , Tempo di Gioco:Numero Giocatori:, ,

Ambientazione

Il gioco ricrea l’arrivo delle tribù Polinesiane in Nuova Zelanda, attorno al XIII secolo, iniziando così la civiltà Maori. 4 animali antropomorfi, tipici dell’isola, rappresentano le 4 tribù del gioco. Da notare la scelta editoriale che ha compreso una specie estinta e tre in via d’estinzione.
La storia delle tribù e degli animali scelti si può trovare nelle ultime due pagine del regolamento.

Componenti

Gameplay

Ad inizio partita vengono create 3 pile di tessere, in base al numero di giocatori; ogni pila rappresenta un’era (100 anni) di gioco. A tutti i giocatori vengono dati i materiali del proprio colore. Vengono piazzate 3 tessere al centro del tavolo, in modo che siano tutte adiacenti tra loro, poi vengono girate, sempre sul tavolo, altre tessere: 2 per giocatore.
Partendo dal primo giocatore e andando in senso orario, ciascuno sceglie una tessera poi, partendo dall’ultimo giocatore, in senso antiorario ognuno ne sceglie una seconda. Così facendo ogni giocatore inizia con 2 tessere in mano.

Dalla prima pila di tessere ne vengono girate 2 a formare le possibili scelte alla fine di ogni turno.

Al proprio turno il giocatore deve piazzare una delle due tessere che ha in mano, in modo che siano adiacenti ad una o più tessere già presenti sul tavolo.
In base alla tipologia di tessera piazzata e alle tipologie di tessere già presenti si attivano le azioni corrispondenti.
Ad esempio: se una tessera “foresta” viene piazzata adiacente ad un’altra tessera “foresta” il giocatore riceverà due segnalini legno. Mentre se la stessa tessera viene piazzata vicina ad un “campo” riceverà solamente 1 legno. Se la tessera viene piazzata adiacente ad entrambi, riceverà entrambe le ricompense.
Essendoci 4 tipi di territorio gli incroci possibili sono 16, e sono tutti riportati sulle tessere giocatore, in questo modo il gioco ha 16 diverse azioni (anche se qualcuna è ripetuta).

Posizionare le foreste, in sostanza, produce legno, fa cambiare colore alle imbarcazioni o fornisce punti vittoria.
Posizionare i campi, in sostanza, fornisce patate dolci, fa mettere segnalini campo e pianta patate dolci, fa rimuovere le proprie barche in cambio di punti vittoria, o fornisce direttamente punti vittoria.
Posizionare l’acqua, in sostanza, posiziona barche, raccoglie patate dolci piantate o fornisce punti vittoria.
posizionare colline, invece, fa piazzare capanne, sempre che si rispettino le varie condizioni.

Alla fine del proprio turno il giocatore pesca una delle tessere della pila, coperta o scoperta.

Quando una pila finisce, finisce un’era; per le prime due ere si contano esclusivamente le canoe (4 punti vittoria l’una) e le capanne (3 punti vittoria l’una). Alla fine della terza era, e del gioco stesso quindi, oltre ai punti per le capanne e per le canoe vengono considerati i legni (1 punto ogni 4) e le patate dolci (1 punto ogni 2). Infine vengono dati 4 punti bonus a chi ha piazzato almeno 4 capanne e 4 a coloro che hanno piazzato almeno 3 segnalini campo.

Chi ha più punti vittoria vince.

La mia opinione

Karekare è un gioco ben fatto e di buona strategia, che va a proporsi come successore di Carcassone e di altri giochi di piazzamento tessere. L’idea vincente del gioco risiede nella meccanica principale, il considerare cioè non solo la tessera piazzata ma anche le adiacenze con altre tessere. É un gioco abbastanza semplice ma con una buona profondità, che stupirà i giocatori nelle prime partite.

Consiglio Karekare agli appassionati di piazzamento tessere, e a coloro che vogliono un gioco colorato, con dei buoni materiali giocabile in un’oretta scarsa.

Ti è piaciuta la recensione? Cosa ne pensi di lasciarci un Like su Facebook oppure di seguirci su Twitter o Telegram? Potrai così essere sempre aggiornato sulle prossime recensioni

Good

  • Colorato
  • Ottimi materiali

Bad

  • L'ambientazione poteva sentirsi maggiormente
7.7

Tutto OK

Originalità delle Meccaniche - 7
Materiali - 8
Rigiocabilità - 8

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: