Bloodborne – Il Gioco di Carte Recensione

Bloodborne – Il Gioco di Carte
Recensione

Direttamente dal mondo Playstation, un gioco di carte semicollaborativo che vi farà rabbrividire nei panni di un Cacciatore alla ricerca degli Echi del Sangue

Anno di Pubblicazione:Genere:, , Autore:Casa Editrice:Età:, , , , Tempo di Gioco:, , Numero Giocatori:, ,

I giochi derivati da altri media, siano essi televisione, cinema o giochi per computer, sono sempre molto rischiosi e delicati. Capita spesso, infatti, che il gioco perda molto, o venga capito poco, da chi non è un fan della serie/film/gioco/fumetto in questione.
In questi anni casi del genere sono stati veramente tantissimi, non andrò qui ad elencarli. Fortunatamente poi arrivano giochi come Bloodborne Il Gioco di Carte, i quali funzionano, e funzionerebbero lo stesso anche se l’ambientazione fosse stata più generica.

Un gioco semicollaborativo, sostanzialmente rapido (11 turni), molto cattivo, che fa tirare fuori ai giocatori il lato più tattico ed opportunista di sé.
Un numero di giocatori interessante 3-5, ed una durata ottima per questa tipologia di gioco 30-60 min, lo rendono un titolo molto fruibile anche da chi, come me, non conosce nulla dell’ambientazione.

Bloodborne, il videogioco

Sono sincero, mi sono informato su cosa fosse Bloodborne solo dopo aver giocato al Gioco di Carte, questo perché volevo poter dare la mia opinione “pulita” da qualunque cosa potessi pensare sul videogioco.

Wikipedia mi viene in soccorso per riassumere il gioco:

Bloodborne è un videogioco di ruolo/d’azionedark fantasy sviluppato dalla software housegiapponeseFromSoftware, con la collaborazione di SCE Japan Studio e pubblicato da Sony Computer Entertainment esclusivamente per PlayStation 4. Diretto da Hidetaka Miyazaki, già ideatore di Demon’s Souls e di Dark Souls. Precedentemente conosciuto come Project Beast, viene annunciato all’E3 2014 di Los Angeles. La sua pubblicazione è avvenuta a fine marzo 2015 in tutto il mondo.

Se volete sapere di più, soprattutto sull’ambientazione – molto dark e molto interessante – potete leggerla nella voce completa, sempre su Wikipedia.

Se, invece, volete guardare qualcosa di interessante sul gioco per Playstation, ho trovato un buon Gameplay.

Le componenti di gioco

Scatola solida, delle dimensioni ormai standard per i giochi di carte Asmodee, interno in plastica fantastico, ogni cosa trova il suo posto, addirittura il segnalino primo giocatore non deve essere smontato.

Componenti quindi molto curate, le due fustelle del gioco, messe sotto l’interno in plastica, lo alzano in maniera sufficiente per togliere lo “spazio morto” e poter chiudere la scatola quasi sigillandola. Ogni componente trova così il proprio posto.

Tempo di defustellamento: 10 minuti

Ricapitolando, all’interno della scatola troviamo:

  • 15 Gettoni Eco del Sangue valore 5 – in plastica rossa
  • 60 Gettoni Eco del Sangue valore 1- in plastica rossa
  • 1 Segnalino Primo Giocatore – di cartone, da montare, si ripone nella scatola ancora montato
  • 5 Indicatori di Salute dei Cacciatori – Cartone e plastica, si devono montare la prima volta
  • 15 Segnalini trofeo – di cartone
  • 3 Dadi Speciali Mostro – in plastica, nei 3 colori verde, giallo e rosso
  • 5 Schede Cacciatore – in cartone, molto robuste
  • 25 Carte Cacciatore iniziali – dark ma comunque comprensibili
  • 32 Carte Potenziamento del Cacciatore – con lo stesso dorso delle precedenti
  • 18 Carte Sotterraneo del Calice – con dorso differente dalle precedenti
  • 7 Carte Boss del Sotterraneo del calice – dorso uguale alle carte Sotterraneo del Calice
  • 5 Carte Boss Finale – più grandi di tutte le carte precedenti
  • 1 Regolamento – 16 pagine comprensive dello schema riassuntivo, molto esaustivo

Per chi volesse proteggere le proprie carte, nella confezione è previsto l’agio per le bustine e, le carte veramente da proteggere sono quelle del cacciatore, le altre si mescolano solo in fase di set-up.



Il Gioco

Set-Up

Set-up veramente rapido, ad ogni giocatore vanno assegnati: una plancia, 3 segnalini trofeo, 5 carte iniziali (uguali per ciascun giocatore), 1 indicatore di salute. Al primo giocatore va inoltre il segnalino che lo contraddistingue.
Si sceglie, a caso o a scelta, un boss finale tra i 5 presenti. Si mescolano le carte Mostro e se ne pescano 7 coperte; stessa cosa con le carte Boss, prendendone solo 3. Le 10 carte così pescate vengono mescolate tra loro per formare il Mazzo del Sotterraneo del Calice.
Per finire si mescolano le carte Potenziamento e se ne rivela 1 per ogni giocatore, ponendole accanto al mazzo Potenziamenti stesso. Si conclude ponendo al centro del tavolo tutti i segnalini Echi del Sangue e girando la prima carta Sotterraneo.

Tempo di Set-up: 5 minuti se tutte le componenti sono state messe via in ordine.

Si può iniziare a giocare!

Gameplay

Lo scopo del gioco è di possedere più Echi del Sangue a fine partita. Agli Echi del Sangue saranno sommati i punti realizzati coi tre possibili tipi di trofeo. Chi ha più punti vince.

Il gioco si divide in round, normalmente ad ogni round corrisponde un Mostro diverso, a meno che un boss non sia ancora in vita (vedi fase 6). Il gioco dura quindi 10 round più i round aggiuntivi per sconfiggere boss e boss finale.

1. SCEGLIERE E GIOCARE LE CARTE AZIONE

Ogni giocatore sceglie una delle carte dalla propria mano e la gioca coperta. Il numero di carte complessive possedute da un giocatore non può superare le 7.

2. TRASFORMARE LE ARMI

I Cacciatori che han giocato la carta Trasformazione possono ora scegliere quale arma giocare. Come si può intuire è una mossa molto strategica, da usare al momento giusto. Ogni Cacciatore avrà una e una sola carta Trasformazione, la quale può essere giocata quando disponibile.

3. RISOLVERE GLI EFFETTI ISTANTANEI

Le carte con scritto “istantaneo” si attivano ora, in ordine di gioco. Spesso si tratta di armi a distanza, capaci di infliggere danni (e recuperare i relativi Echi di Sangue), prima dell’attacco del mostro

4. ATTACCO DEL MOSTRO

Il primo giocatore lancia il dado danno (può essere di 3 colori diversi) corrispondente al mostro. Il mostro infligge danni pari al risultato del dado a tutti i giocatori. Alcune facce del dado possiedono un “+”, nel qual caso il dado viene rilanciato e sommato al risultato precedente.

5. ATTACCHI DEI CACCIATORI

Nell’ordine di turno ciascun giocatore infligge danni al mostro. Quando un giocatore infligge danni prende al mostro altrettanti Echi di Sangue (se ancora disponibili) e li aggiunge alla sua raccolta. Se un mostro rimane senza Echi di Sangue muore e i Cacciatori ricevono i relativi trofei del Mostro.

6. FUGA DEL MOSTRO

Se un Mostro possiede ancora Echi di Sangue fugge e viene rimosso dal gioco. I Cacciatori non ricevono i trofei corrispondenti. Se il Mostro è un Boss, non fugge e il prossimo turno si dovrà ancora combatterlo.

7. IL SOGNO DEL CACCIATORE

Se un Cacciatore ha giocato la carta Sogno del Cacciatore, deposita tutti gli Echi di Sangue raccolti nel proprio deposito (dove non può più perderli) e riprende in mano tutte le carte azione giocate precedentemente, ricomponendo così il proprio mazzo. Infine riporta la propria salute a 8 e sceglie una carta Potenziamento tra quelle disponibili.

8. FINE DEL ROUND

Si rivela il mostro del round successivo.

Quando un Cacciatore muore

Quando un Cacciatore perde l’ultimo punto vita, entra nel Sogno del Cacciatore. Prima però perde tutti gli Echi di Sangue non custoditi.

Le mie impressioni

Mi sono trovato di fronte ad un gioco rapido, coinvolgente, semplice ma non banale. Riuscire a capire quando andare nel Sogno, archiviando così gli Echi di Sangue e recuperando le carte già giocate, è fondamentale per avere una buona mano al momento giusto. Capire quando farlo rimane fondamentale, in quanto in quel turno non recupereremo trofei ne Echi di Sangue.

Come detto in principio il gioco funziona, bene, anche senza conoscere l’atmosfera del Gioco per Playstation dal quale è tratto.
Durante la partita vi troverete a ragionare sul momento giusto per incassare il bottino, su quello per tradire i vostri compagni, ferendoli, derubandoli o semplicemente rifugiando nel vostro Sogno. Allo stesso tempo dovrete stringere profonde alleanze (temporanee) altrimenti i mostri vi faranno a pezzi facilmente.

Con Bloodborne il Gioco di Carte, Asmodee ci propone un gioco semplice come un filler, ma strategico e bastardo come pochi, che riuscirà ad attrarre anche i giocatori più scafati ed esperti.

Se siete interessati a Bloddborne potete trovarlo su MagicMerchant.

Good

  • Rapido da spiegare
  • Evocativo
  • Bastardo al punto giusto

Bad

  • Se non si conosce l'ambientazione perde un po'
7.3

Tutto OK

Gabriele Berzoni - 7.5
Denis Fasani - 7
Fabio Rancati - 7.5

Lost Password

Sign Up

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: